2012 Anno Internazionale delle Cooperative

Dall’agricoltura all’industria fino ai servizi e la distribuzione commerciale, il mondo cooperativo propone la sua ricetta economica per superare la crisi, fatta di condivisione e responsabilità sociale. E lo fa nel 2012, proclamato dall’Onu proprio «Anno intenazionale delle cooperative», perché, come spiega il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon:

«le cooperative ricordano alla comunità internazionale che è possibile conciliare la produttività economica con la responsabilità sociale»

In effetti, che il settore sia particolarmente vitale lo dimostrano i numeri [fonte: Euricse]: in Italia, si contano 71.578 imprese cooperative per un totale di 1.155.290 lavoratori dipendenti e un valore della produzione che si attesta sui 91,79 miliardi di euro. Inoltre, con le sue 20.000 imprese sociali si aggiudica il primato europeo.

Le imprese cooperative sono iniziative private che perseguono obiettivi diversi dal profitto, privilegiando forme di gestione partecipata e adotta­ndo una concezione dello sviluppo che considera inseparabili benesse­re sociale ed economico; l’impresa sociale è un soggetto giuridico privato e autonomo che svolge attivi­tà produttive secondo criteri imprenditoriali, ma perseguendo una esplicita finalità so­ciale che si traduce nella produzione di benefici diretti a favore di un’intera comunità o di soggetti svantaggiati.

A livello europeo, si contano in tutto 160.000 imprese cooperative che danno lavoro a 5,4 milioni di persone e contano 123 milioni di soci.

Nello specifico, gli obiettivi dell’Anno Internazionale delle Cooperative sono:

  • Sensibilizzare l’opinione pubblica in merito al ruolo delle cooperative e al loro contributo allo sviluppo socio-economico e al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.
  • Promuovere la formazione e l’espansione delle cooperative.
  • Incoraggiare i governi ad adottare politiche, provvedimenti normativi e regolamenti che favoriscano la formazione, la crescita e la stabilità delle cooperative.

Ecco, allora, come nasce la nostra volontà di promuovere il mondo cooperativo anche attraverso strumenti - il blog e i social network – che fanno della condivisione e dell’intelligenza collettiva i suoi motori trainanti di ricerca e sviluppo.

Il sito ufficiale dell’Anno Internazionale delle Cooperative (International Year of cooperatives – IYC), è online e al suo interno potete trovare tutte le informazioni relative agli eventi in programma e consigli su come parteciparvi ed essere coinvolti nelle celebrazioni.

 

email