#OOP13: il primo incontro partecipativo dei giovani imprenditori cooperativi (Roma e Twitter – 2/3 dicembre)

tweet

Partiamo dalla prima domanda. Cos’è OOP!?

OOP! è il primo evento partecipativo dei Giovani Imprenditori Cooperativi di Confcooperative. Si terrà il 2 e 3 dicembre a Roma (e su twitter, seguendo l’hashtag #OOP13). I due portavoce – Mattia Affini (Presidente Cooperativa Aldia, che abbiamo già avuto modo di conoscere qui) e Pamela Dellachiesa (Presidente Cooperativa Il Girasole) – faranno una breve introduzione sugli under 35 che fanno impresa in cooperativa.

tweet1

Chi sono questi under 35?

Alcuni hanno creato nuove cooperative e si sono quindi misurati sullo start-up di impresa con altri cooperatori. Altri sono diventati dirigenti – con il loro contributo di idee – in cooperative che esistono da tempo. Il discorso generazionale per i giovani cooperatori è centrale perché le cooperative “non si vendono”, non si cedono, non si delocalizzano. Le cooperative si rigenerano con l’apporto dei più giovani e di chi ha idee. Siamo una generazione che si affaccia sul cooperativismo per fare la nostra parte.

Come Giovani Imprenditori Cooperativi pensiamo di poter fare molto per lo sviluppo della forma cooperativa e per promuovere l’aggregazione giovanile a livello imprenditoriale, in particolare in settori tradizionali che si rigenerano e in settori innovativi come il sociale, la green economy e le nuove “professioni della conoscenza”. Crediamo anche che la cooperazione debba confrontarsi sui grandi temi: innovazione, autoimprenditorialità, internazionalizzazione, modello organizzativo cooperativo e costruzione di reti.

tweet3

Perché questi 5 temi?

Perchè vogliamo essere innovativi, nel “cosa” ma soprattutto nel “come”; vogliamo costruire e fare nuova impresa; vogliamo dialogare con l’estero: il cooperativismo è mondiale; vogliamo ragionare sul modello organizzativo, sulla forma cooperativa nella modernità. E vogliamo costruire reti, non per attutire la caduta, ma per fare le cose insieme agli altri. Su questi temi vogliamo costruire delle progettualità con il contributo dei giovani imprenditori cooperativi che vorranno starci.

Abbiamo invitato alcuni ospiti, con cui vorremmo confrontarci. C’è la possibilità di interagire, usando twitter e l’hashtag #OOP13. Martedì 3 dicembre faremo un’attività partecipativa per sviluppare ragionamenti (embrioni di progettualità) sui temi su cui dialogheremo lunedì 2 dicembre.

BaArSWACYAIpXJh.png_large

Pensiamo che la cooperazione sia una forma imprenditoriale capace di non consumare, ma di “restituire” al territorio (in termini di capacità, di benessere, di legalità) e anche durante questo evento vorremmo “restituire” ai nostri ospiti ulteriori idee e spunti.

Abbiamo deciso di adottare per la nostra imminente presenza sul web il nome “OOP!”. Il nome OOP! richiama innanzitutto la parola COOPERATIVA. In secondo luogo, racconta l’idea di salto, di slancio in avanti, di sguardo verso il futuro. Lanciamo oggi il bando per la creazione del nostro logo.

tweet2
Raccoglieremo anche le Storie dei partecipanti. Scriveteci, metteteci un vostro contatto e imbucatela. Raccogliamo storie di cooperative che producono beni/servizi innovativi in sè o tramite processi innovativi; storie di cooperative in cui under 35 hanno modificato e aggiornato l’organizzazione o la mission dell’impresa; storie di cooperative che hanno salvaguardato l’occupazione in contesti di difficoltà (per es. trasformazioni aziendali); storie di cooperative che puntano su export e internazionalizzazione; storie di cooperative la cui presenza on-line ha migliorato sensibilmente l’attività; storie di cooperative giovanili nate da spin-off universitari o dall’auto-organizzazione di professionalità “nuove” (per es. cooperative tra professionisti ma non solo); storie di “cooperazione tra cooperative”, costruzione di reti, link con l’estero; storie di cooperative che operano in contesti fragili e storie di cooperative di comunità.

Di cosa parleremo online?

Delle progettualità che verranno sviluppate a livello nazionale; rilanceremo in maniera coordinata le iniziative e le notizie dei gruppi giovani cooperatori territoriali; diffonderemo tutte le notizie relative all’imprenditoria giovanile; ospiteremo interventi e riflessioni di esperti di cooperazione; fornirermo informazioni sul fare cooperazione; infine, racconteremo le iniziative di incubazione e promozione di cooperazione giovanile.

Chiudiamo con qualche dato sulla cooperazione under 35 di Confcooperative.

Tra le aderenti, una cooperativa su quattro ha nella governance almeno un under 35. La percentuale supera il 30% tra le cooperative sociali e quelle vitivinicole. Il numero di under 35 nelle cooperative cresce. La metà delle cooperative con almeno un under 35 nella governance è al Nord, un terzo al Sud, il 15% al Centro. Il 12% è di medie dimensioni, oltre il 30% piccole, il 56% è micro. Il 47% sono cooperative sociali, il 16% di lavoro, il 15% sono agricole. Nel 13% dei casi l’under 35 ricopre il ruolo di amministratore unico, nel 9% è un componente del CdA, nell’8% è vicepresidente del consiglio di amministrazione e nel 4,5% è amministratore delegato.

Noi non possiamo che essere felici per questo inizio, che da subito ci teniamo a supportare perchè in linea perfettamente con lo spirito e l’obiettivo di OpenUP ovvero essere uno spazio di dialogo per approfondire l’opportunità di fare impresa cooperativa, a partire dalla valorizzazione dell’esistente, ma con uno slancio positivo verso il nuovo!



twitter  @OOPgiovani

email